Per la deputata di Italia Viva, la revoca potrebbe portare ad “una guerra legale che durerà anni e si scaricherà sulle prossime generazioni

Per Maria Elena Boschi, la revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia per la gestione del Ponte di Genova sarebbe un errore: “Se in due anni si è rifatto il ponte e non si è fatta la revoca è perché giuridicamente questa scelta è pericolosa”, ha dichiarato in un’intervista a Repubblica. La revoca “espone gli italiani al rischio di un contenzioso miliardario. “Oggi il governo rischia, ma perché rischia tutti i giorni”. 

Oltre alla questione economica, tutto ciò potrebbe creare “incertezza sulla gestione della rete autostradale e sui posti di lavoro”, oltre a ” scatenare una guerra legale che durerà anni e si scaricherà sulle prossime generazioni”. Un problema che, secondo lei, parte dell’esecutivo sta ignorando di proposito: “Forse anche nel governo c’è chi la pensa così: facciamo la revoca, tanto le penali le pagheranno i nostri nipoti. Questo approccio è sbagliato. Serve serietà”.

“In una società di libero mercato – spiega l’ex ministro per le riforme costituzionali –  chi vuole che i Benetton se ne vadano deve convincerli a vendere, più che inventarsi improbabili revoche”. Sulla questione deve decidere un tribunale, “non i populisti su Twitter”. 

Fonte: Huffingtonpost

Link: https://www.huffingtonpost.it/entry/boschi-revoca-ad-autostrade-sbagliata-il-governo-rischia-tutti-i-giorni_it_5f081aa2c5b67a80bc058699?utm_hp_ref=it-homepage