Cosi la Bestia di Salvini modifica un video per propaganda

Bonghi agli Stati Popolari: così la Bestia di Salvini modifica un video a scopo di propaganda

La Bestia di Matteo Salvini colpisce ancora: la macchina social del leader della Lega, infatti, questa volta ha modificato un video, inerente alla manifestazione degli Stati Popolari, aggiungendo in sottofondo, a scopo di propaganda, un fastidioso e assordante rumore di bonghi, che nella realtà non c’è mai stato. A notare questa discrepanza è stato il giornalista Emiliano Mola, che ha proposto un video sul suo profilo Facebook nel quale mostra come il filmato postato sui profili social di Matteo Salvini sia stato volutamente modificato a scopo di propaganda.

https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Femiliomolapagina%2Fvideos%2F1663534240460476%2F&show_text=0&width=266

Nel filmato, Mola mostra il post pubblicatoda Matteo Salvini il 6 luglio scorso, in cui viene proposto un estratto del discorso che il sindacalista Aboubakar Soumahoro ha fatto nel corso degli Stati Popolari, manifestazione a favore degli “invisibili” che si è tenuta in Piazza San Giovanni a Roma lo scorso 5 luglio. L’iniziativa, bollata da Salvini come una raccolta di “clandestini in piazza”, ha visto alternarsi sul palco diverse persone, tutte unite da precarietà e diseguaglianza sociale: braccianti, rider, precari dello spettacolo e della scuola. Nel post, Salvini mostra un video, della durata inferiore a un minuto, in cui sono proposti tre interventi durante i quali vengono chiesti più diritti e l’abolizione dei due decreti sicurezza firmati proprio dall’ex ministro dell’Interno.

Gli interventi, però, sono conditi da un rumore di bonghi in sottofondo che rende l’audio particolarmente fastidioso e irritante. Rumore di bonghi che non è mai esistito. Come fa notare Mola, infatti, nel video originale della manifestazione, visibile qui, non si sentono né bonghi né altri rumori. Quindi, come afferma il giornalista “qualcuno nella Bestia di Salvini si è preso il disturbo di andare a isolare la traccia dei bonghi e di metterla sotto ogni intervento per dare una sensazione di caos, creando una sensazione di disturbo e fastidio e un’immagine di una manifestazione in cui il pubblico è maleducato, non ascolta e suona i bonghi. È tutto scientificamente studiato per ingannare i propri elettori”.

Fonte: TPI

Link: https://www.tpi.it/politica/bonghi-stati-poplari-bestia-salvini-modifica-video-propaganda-20200711634519/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...