“Mai escluso il Mes”. Gualtieri ignora mesi di veti M5S: “Giorni decisivi per l’Ue”

Sul Recovery Fund “è decisivo chiudere il negoziato al più presto, sono fiducioso” dice il ministro dell’Economia al Corriere. Prepara manovra con “scostamento di 20 miliardi”. Autostrade? “Debito non graverà su bilancio Stato

“Il Governo non ha mai escluso l’uso della nuova linea di credito del Mes”. Roberto Gualtieri ignora mesi di veti del Movimento 5 stelle sull’accesso al Fondo Salva Stati e in un’intervista al Corriere della Sera tiene ben aperte le porte, pur ribadendo che ora è decisivo concludere entro luglio il negoziato sul Recovery Fund, con l’obiettivo di non snaturarne l’architettura originaria.

Europa. ″È decisivo chiudere il negoziato al più presto, se possibile già in questo Consiglio europeo. Io sono fiducioso” dice il ministro dell’Economia. “I dati economici, come ha ricordato Christine Lagarde, ci dicono che una rapida implementazione del programma Next Generation Eu è essenziale per raggiungere una ripresa solida, sostenibile, orientata al futuro e capace di salvaguardare il mercato unico. Su questa posizione – ricorda – che l’Italia ha sostenuto fin dall’inizio con forza, è maturato un largo consenso il che rappresenta una novità politica di straordinario rilievo”. Quanto la parziale revisione al ribasso dello strumento, per Gualtieri, “la proposta di Charles Michel conferma l’ammontare complessivo, la ripartizione tra trasferimenti e prestiti e l’architettura del Recovery Fund. E non era scontato. Ci batteremo con forza per non modificare questi elementi. Esistono inoltre alcune criticità in quella proposta su cui saremo molto determinati”.

Crisi. Davanti all’Italia, l’incubo spesso evocato di un autunno di tensioni sociali che Gualtieri prova a ridimensionare: “I dati economici più recenti sono incoraggianti” dice, intravedendo un “rimbalzo dell’economia” dovuto “anche alle misure adottate”. Ma “il calo del Pil sarà pesante e per questo con il prossimo scostamento che sarà di 20 miliardi proseguiremo nell’azione di sostegno e di stimolo all’economia per attutire l’impatto sociale della crisi e accompagnare adeguatamente la ripresa”. 

Autostrade. Per il ministro “con questo accordo si apre una pagina completamente nuova. Un regime concessorio più moderno, efficiente ed equo e un’ambiziosa operazione di politica industriale volta a rilanciare un’infrastruttura strategica, imperniata su un investitore di lungo termine come Cdp, che vuole offrire una proficua opportunità di impiego del risparmio nell’economia reale e nello sviluppo del Paese”. Sulla vicenda, dice ancora, “non c’è stato nessuno scontro, ma un complesso confronto con Autostrade che si è sbloccato in extremis. A fare la differenza è stata proprio la nostra compattezza. La leadership del presidente Conte, il lavoro della ministra Paola De Micheli e l’impegno di tutto il Governo sono stati decisivi”. Inoltre, aggiunge riguardo la ‘minaccia di revoca’ ribadita da Di Maio, “la chiusura del procedimento di revoca è legata ad altre questioni, come l’accettazione integrale e incondizionata del nuovo regime tariffario, il pagamento di compensazioni congrue e l’applicazione di un regime di risoluzione finalmente equilibrato. Il prezzo della transazione tra Atlantia e Cdp sarà definito nella trattativa che loro concluderanno”. Per quanto riguarda il debito, “non si sposta da nessuna parte, resta dov’è, in Autostrade, che conserverà una redditività adeguata a ripagarlo, senza gravare in nessun modo sul bilancio dello Stato”. 

Governo. “In una fase così delicata l’Italia ha bisogno di stabilità e continuità dell’azione di governo. Conte ha dimostrato con i fatti di essere un eccellente primo ministro e sono ancora più convinto che questo governo abbia un orizzonte di legislatura” assicura Gualtieri. “C’è un fondamento profondo alla base della nostra azione: la necessità di una piena riconciliazione tra Europa, nazione e sviluppo, in una dimensione popolare e democratica”.

Fonte: HUffingtonpost

Link: https://www.huffingtonpost.it/entry/mai-escluso-il-mes-gualtieri-ignora-mesi-di-veti-m5s-giorni-decisivi-per-lue_it_5f113840c5b6cec246c0d7bc?utm_hp_ref=it-homepage

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...