Le merdose vigliaccate di Travaglio

Molti mi dicono, ma lascialo stare, non merita di essere considerato. Ma come si fa a sottacere la massa di cazzate  che questo finto giornalista scrive contro ogni persona gli risulti antipatica, Renzi in particolare? Non ha il coraggio più nemmeno di nominarlo (lo appella l’Innominabile) perché sa che, per ogni suo articolo, verrebbe poi chiamato in causa per calunnia e costretto a pagare fior di quattrini. Ho già riportato altre volte una frase diventata famosa: il vero giornalista parla di idee; il giornalista di fatti; il finto giornalista, di persone. Ma ancor più pertinente è la frase di Mark Twain: il giornalista  è colui che distingue il vero dal falso… e pubblica il falso.

Annunci

Nella sua articolessa di oggi, così si esprime il nostro cosiddetto giornalista avvalorando in gran parte, se non in massima parte, il giudizio di Mark Twain.

Prime frasi1. “In Italia, e soprattutto parliamo dello Statista di Rignano, il più monumentale bugiardo della storia, al cui confronto Pinocchio, Wanna Marchi e B. sono gente sincera e il pagliaccio Bagonghi era una persona seria. 2. Uno che, da quando lo si conosce, non fa che minacciare di lasciare qualcuno o di andarsene da qualcosa, purtroppo senza mai farlo. 3. Uno che, non avendo mai combinato nulla di buono nella vita, si diverte a sfasciare quello che di buono fanno gli altri”.

Annunci

Tre falsità sesquipedali:

  1. Renzi sarebbe il più monumentale bugiardo della storia. Tutti sanno che avrebbe voluto abbandonare la scena politica dopo il no al suo referendum del 2016 (quanti pentiti girano oggi osservando lo sfacelo della contrapposizione di ruoli tra Stato e Regioni che il referendum, se approvato, avrebbe evitato!!!). Fu richiamato dal suo popolo. Questa è una pecca ma non consente a nessuno e nemmeno a Travaglio di parlare di Renzi come del più monumentale bugiardo della storia.
Annunci
  1. Renzi non farebbe che minacciare di lasciare qualcuno o di andarsene da qualcosa, purtroppo senza mai farlo.Tutt’altro, Renzi non minaccia ma avverte, consiglia e poi si assume la responsabilità di lasciare. Lo ha già abbondantemente fatto osservando le facezie di gente che pretende di governare l’Italia. lo ha fatto con Enrico Letta, lo ha fatto con il Partito Democratico e ha fatto in modo, da solo, da solo, di far cadere anche il governo giallo-verde, dichiarando fin da allora che non avrebbe accettato di restare alleato dei 5S fino a fine legislatura.
Annunci
  1. Renzi sarebbe Uno che, non avendo mai combinato nulla di buono nella vita, si diverte a sfasciare quello che di buono fanno gli altri”. Mai frase più vigliacca e bugiarda fu mai scritta. Potremmo si dire che Travaglio è un monumentale bugiardo. A fondo pagina riepilogo quel che Renzi ha fatto in tre anni di governo. Ha ragione da vendere, Mark Twain

Altre frasi dell’articolessa. A. Il gaglioffo ha difeso la Costituzione dalle “violenze” contiane……. B. Poi ha accusato il premier di “populismo” C. “Poi ha ricordato gl’italiani “agli arresti domiciliari” (un pensiero commosso ai suoi genitori), con l’aria di chi pensa che il virus l’abbia importato il premier. Infine ha detto che “non possiamo delegare tutto alla comunità scientifica”, perché già “troppe volte la politica ha abdicato in passato: nel 1992-93 abdicò alla magistratura” D.  Renzi lui applaudiva inneggiando da Palazzo Vecchio alle letterine della Bce e al massacro sociale conseguente.

Annunci

Quattro perle da bar dello sport

  1. Questo cosiddetto signore dimentica che Renzi è un senatore della Repubblica democraticamente eletto che ha il diritto e il dovere di esprimere le sue opinioni. Or si dà il caso che Conte stia operando in regime di conflitto con la Costituzione allorquando si arroga il diritto di “consentire” o meno a noi cittadini di fare o non fare certe cose. Lui non ha la funzione di consentire, non è un Monarca; può emanare decreti perché il popolo faccia o meno delle cose, ma quei decreti non sono emanazione di una volontà monarchica, bensì espressione di un sistema democratico. Quindi eviti di rivolgersi a noi con …Vi consento
Annunci
  1. Non è forse vero che Conte ha sempre sostenuto che il populismo è una bella cosa? E non è forse vero che lui è l’espressione chiara e trasparente di una forza politica che del populismo fa la sua bandiera? Non è forse vero che in due anni di governo, questo signor Conte ha decretato solo reddito di cittadinanza e quota 100, due tra le forme più populiste mai viste?
  2. Da vigliacco, Travaglio mette in mezzo i genitori di Renzi. Poi fa finta di non sapere che la Politica, nel 1994, delegò molte funzioni alla Magistratura; oggi sta delegando al Comitato Tecnico-Scientifico. Non è forse vero?
Annunci
  1. Ancora una volta Travaglio tira in ballo Monti e il massacro sociale che consegui alle sue decisioni. Solo un povero di conoscenze può fare simili affermazioni. L’Italia correva il rischio del default. Erano a rischio stipendi e pensioni. Lo Stato stava fallendo. Fu grazie a Monti e alla Fornero se riuscimmo a uscir fuori da una situazione drammatica.

Fonte: enzodelliquadri.com

Link: https://enzodelliquadri.com/2020/05/01/le-merdose-vigliaccate-di-travaglio/?fbclid=IwAR3oZG3Rtu9EWEgUSqDbLk8_AwfV1sR3mU0GTA-FHshRVKHJ_ad9xvAYukM

One thought

  1. Chi dichiara che Travaglio è un pezzo di m.da perché qualifica Renzo per quello che è, cioè un vigliacco che tenta di arraffare quanto più possibile, consapevole di viaggiare sull’ ultimo treno per ” Yuma”, indifferente ai problemi che devono essere risolti ADESSO, si qualifica da sé, cioè un infame.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...