Tutti a farci rifornimento:

A Livigno la benzina costa solo 1,36 euro al litro (senza tasse né accise)

Il caro-prezzi ha portato in tutta Italia il costo della benzina e del diesel alle stelle, e praticamente ovunque è difficilissimo fare rifornimento a meno di due euro al litro. Così, soprattutto nelle grandi città, molti hanno preferito mettere un po’ da parte l’automobile e tornare a prendere i mezzi pubblici. C’è però un’isola felice nella quale il costo del carburante è praticamente irrisorio, specie se confrontato con il resto del Paese. Stiamo parlando di Livigno, rinomata località sciistica e turistica in provincia di Sondrio, in Lombardia.

Al momento, come riporta il sito Osservatorioprezzi del Mise, nei distributori di questa ridente località lombarda la benzina costa 1,36 euro al litro, il diesel appena 1,25. Come è possibile? Livigno ha delle peculiarità sia dal punto di vista geografico che tributario. Costituisce infatti una zona extra-doganale, in cui non si pagano né Iva né accise: sono soprattutto quelle a far schizzare i prezzi dei carburanti.

Il piccolo Comune geograficamente non appartiene all’Italia, ma all’area danubiana in quanto un torrente che l’attraversa, l’Aqua Granda, confluisce nell’Inn e quindi nel Danubio. Inoltre, come accennato, è una zona extra-doganale, secondo quanto stabilito da una legge del 1910. Un privilegio che Livigno ha sempre strenuamente difeso.

Nel comune in provincia di Sondrio non si pagano dunque né l’Iva né le accise, le imposte indirette che gravano sul carburante e su altri beni (ad esempio tabacco e alcolici) e che fanno lievitare il costo della benzina. Quello di Livigno d’altronde è il prezzo del carburante che pagheremmo anche nel resto d’Italia se non ci fossero le accise. Una tariffa decisamente concorrenziale, ancora di più in questi tempi di crisi energetica. Intanto il Governo sta pensando a delle contromosse, tra cui l’ipotesi dell’eliminazione o almeno della sospensione temporanea delle accise, che pesano per quasi il 60% nel prezzo della benzina. Che sia la volta buona? Intanto le foto dei distributori di benzina di Livigno sono diventate virali sui social.

Fonte: TPI